Concorso giornalistico

Scriviamo di Software Libero

Non hai veramente capito qualcosa finché non sei in grado di spiegarlo a tua nonna

È un concorso nato per promuovere il giornalismo che parla di tecnologia con occhio critico e competente, riuscendo a spiegare a tutti i concetti fondamentali alla base del Software Libero.

Parlare di libertà nel mondo del software non significa necessariamente dover parlare di argomenti legati alla tecnologia che possono capire ed interessare solo un pubblico di esperti. Piuttosto, significa estrapolare l'aspetto etico che fa parte dell'agire umano in ogni ambito, spiegandolo a tutti.

Giuria

Per la valutazione dei testi abbiamo chiamato un gruppo di esperti che fossero esterni all'associazione e con competenza nel mondo del giornalismo e del Software Libero. A quest'ultimi vanno ad aggiungersi il Presidente del LinuxTrent (che ricoprirà anche il ruolo di presidente della giuria ed avrà il compito di coordinare i lavori, premiare il vincitore e curare gli aspetti organizzativi) con alcuni altri soci ed il vincitore dell'edizione precedente (se quest'ultimo esprimerà la volontà di collaborare alle valutazioni).

La giuria per l'edizione 2008-09 è pertanto così composta:

  • Tiziano Sartori - Presidente di giuria (Presidente del LinuxTrent);
  • Paolo Attivissimo (giornalista);
  • Augusto Goio (giornalista);
  • Zenone Sovilla (giornalista);
  • Guido Tassera (LinuxTrent);
  • Mario Santini (LinuxTrent);
  • Massimo Masson (vincitore edizione 2007-08).

A chi spedire le segnalazioni

Gli articoli, assieme a tutte le informazioni per identificare redattore dell'articolo e la testata che lo ha pubblicato, potranno essere spediti all'indirizzo e-mail: concorso_giornalistico@linuxtrent.it.

Sempre allo stesso indirizzo è possibile scrivere per chiarimenti o maggiori informazioni.

Regolamento

  1. Il concorso ha periodicità annuale e si svolge nell'arco di 2 LinuxDay.
  2. Il concorso è aperto a qualunque articolo pubblicato su quotidiano, periodico cartaceo o digitale, preferibilmente con sede nelle regioni dell'arco alpino, un articolo riguardante l'etica del Software Libero in lingua italiana.
  3. Gli articoli dovranno essere stati pubblicati dal primo ottobre dell'anno precedente al concorso e segnalati entro il 30 settembre.
  4. Gli articoli devono essere segnalati alla giuria tramite lettera o inviati tramite posta elettronica all'indirizzo preposto.
  5. Ogni articolo deve riportare chiaramente la data di pubblicazione, il nome e cognome del redattore, i dati anagrafici per contattare l'autore, la testata che ha pubblicato l'articolo.
  6. Tutti gli articoli saranno giudicati in un unica categoria.
  7. Gli articoli saranno valutati tenendo conto :
  • attinenza al tema del concorso;
  • della chiarezza di esposizione, prendendo come riferimento un pubblico non specialistico;
  • della completezza dell'elaborato in relazione all'argomento di cui tratta;
  • dell'approfondimento dei temi attinenti al concorso da parte del redattore (etica del Software Libero);
  • la promozione in maniera costruttiva di un dibattito sull'argomento del Software Libero.
  1. La valutazione dei testi sarà condotta da una giuria nominata dal LinuxTrent Oltrefersina.
  2. Il giudizio della giuria sarà inappellabile, chi partecipa accetta il responso unico.
  3. Sono esclusi dal concorso eventuali testi redatti da persone facenti parte della giuria al momento della valutazione degli elaborati.
  4. I giurati non potranno esprimere giudizi su articoli pubblicati su giornali di cui fanno parte o che dirigono.
  5. Il vincitore sarà premiato in occasione del LinuxDay e riceverà :
  • un premio riconoscitivo della vincita del concorso e/o un premio in denaro (l'entità e la natura del premio saranno variabili di edizione in edizione e verranno stabiliti secondo le disponibilità dell'associazione);
  • la pubblicazione dell'articolo sul sito del LinuxTrent Oltrefersina e sull'eventuale edizione della LinuxTrent Gazette;
  • il vincitore avrà facoltà di partecipare alla giuria per l'edizione successivo.
  1. Il segnalante si impegna a far pervenire una liberatoria di pubblicazione dell'articolo nel caso in cui quest'ultimo risulti il vincente.

Nota Il sottotitolo è una citazione di una famosa frase di Albert Einstein.