Menu Chiudi

Riunione del 30-10-2012

Assemblea post LinuxDay 2012

Data e ora

Martedì 30 Ottobre 2012 – ore 20.30

Luogo

Sede del LinuxTrent, via d’Oltrefersina, Madrano di Pergine Valsugana

Presenti

Assemblea post LinuxDay 2012

Data e ora

Martedì 30 Ottobre 2012 – ore 20.30

Luogo

Sede del LinuxTrent, via d’Oltrefersina, Madrano di Pergine Valsugana

Presenti

Anne Ghisla
Adriano Ciaghi
Guido Brugnara
Nicola Feltrin
Simone Girardelli aka girarsi
Marco Moser
Marco Agostini
Guido Tassera aka Fred
Daniele Pizzolli
Marco Ciampa
Vesna Paravic
Nicola Ferrari
Roberto Resoli aka rob
Michele Bert
Stefano Cavallari
Andrea Gadotti

Ordine del giorno

Report dalle 8 sedi LinuxDay e proposte per il 2013

Discussione

La discussione inizia informalmente tra i presenti, poi viene organizzata in report dai vari responsabili di sede.

Daniele Pizzolli riporta che a Cles ci sono state 7 persone, di cui 3 si sono iscritte. Nonostante l’avviso sia circolato nelle scuole, non c’era nessuno studente. In ogni caso lo Spazio Giovani è interessato a collaborare con nuove iniziative, come serate e corsi, dando la disponibilità della sede della propria associazione.

Nicola Ferrari e Fred hanno contato circa 30 presenze a Rovereto, venute appositamente per l’evento, tra cui genitori, studenti, persone variamente coinvolte nell’informatica. Lo streaming è stato poco seguito, a favore del dialogo con i soci LinuxTrent presenti. Molti hanno indicato che hanno saputo dell’evento attraverso la scuola o il sito LinuxTrent. Il punto viene subito colto dai presenti, che lamentano la poca utilità dei manifesti, e propongono anche di comprare spazi pubblicitari sulle tivù locali – ma l’idea sembra poco appetibile, dati i costi e la scarsità di pubblico, e il fatto che le notizie vengono generalmente date il giorno seguente l’evento.

Marco Agostini indica un notevole successo dell’evento a Borgo – da 60 a 70 persone presenti, di cui 10/15 non esplicitamente invitate (non studenti o autorità locali). La presenza di queste ultime denota come il LinuxDay possa, e debba a parere di molti, diventare un evento ufficiale presso la scuola. Le presentazioni della mattina (Marco Agostini, Giuseppe Tamanini e Matteo Ruffoni) sono state apprezzate e hanno dato ampio spazio alle domande. Giuseppe Tamanini, ottimo organizzatore e promotore di questo LinuxDay, ha già chiesto di ripetere l’evento a scuola, e vorrebbe organizzare uno sportello Linux incentrato sull’elettronica, in zona Vigolo Vattaro.

Marco continua con il report da Levico dove si sono contate 10 persone tra il pubblico e 6 soci LinuxTrent. Anche in questo caso lo streaming ha ricevuto poco ascolto, in quanto il pubblico era composto da tecnici più interessati alla discussione di problemi specifici.

Marco quindi conferma il suo giudizio positivo sull’evento decentrato, e propone come miglioria lo spostamento dell’evento nella mattinata, abbinato al coinvolgimento delle scuole su esempio di Rovereto e Borgo. La proposta è apprezzata da tutti.

Riguardo la sede di Trento presso la Fiera, gli organizzatori e i presenti concordano sul fatto che sia un ottimo punto di visibilità per l’associazione, nonostante la tavola rotonda sia poco seguita dal pubblico della Fiera, che invece affolla gli stand. Per l’anno prossimo si concorda di chiedere lo stand a fronte, più spazioso e visibile. Adriano avanza di chiedere alla Provincia di ospitarci nel loro spazio – ma Roberto non condivide, in quanto l’associazione non rappresenta la Provincia. A un esame più attento della questione né Marco Agostini né Daniele concordano con Adriano e la proposta viene ritirata. Bisognerà informarsi quanto prima per sapere se la data corrisponderà di nuovo con il LinuxDay, specialmente per distribuire bene i compiti tra i soci. Sarebbe anche auspicabile avere la connessione a internet. Vesna sottolinea l’importanza di tenere la Fiera e il LinuxDay separati come modalità, perché hanno target diversi – uno di un pubblico numeroso ma che resta molto poco, l’altro con un pubblico da impegnare per una o due presentazioni, e a cui dedicare più tempo continuativo. Inoltre alla Fiera il pubblico chiede regolarmente corsi base e intermedi, e l’associazione dovrebbe poterli proporre a breve.

Anne riferisce la discussione avuta con Mauro Colorio riguardo Riva. La presenza di pubblico non è stata rilevante, ma c’era in concomitanza il Festival della Famiglia e l’arrivo del Premier Monti che ha peraltro impedito l’accesso alla sede del LinuxDay dal lato della città. Per il 2013 Mauro vorrebbe partecipare a un evento unificato a Trento, in modo da rivedere i soci in un unico luogo. Adriano, sostenuto da Fred e da Marco Agostini, propone invece che i soci si riuniscano a Riva per Sant’Ignuzio, mentre il LInuxDay rimarrebbe decentrato. Anne ricorda che era già l’idea per il 2012 ma che poi il Sant’Ignuzio non fu organizzato come evento a sé, ma unito al Festival dell’Informazione indipendente di luglio. Fred propone di registrare il dominio santignuzio.it e mirare a farne un evento per i soci, e magari dare ad altri LUG l’idea di avere due eventi annuali, uno ad uso interno e uno destinato al pubblico. Anne approva l’idea ma rammenta che serve qualcuno che lo organizzi.

Marco Agostini riferisce com’è andato l’evento di Faver presso Molin de Portegnac che ha contato ben 18 presenze (si ringrazia Sorgente’90 che ha offerto il buffet a fine evento).

Adriano si dice soddisfatto della tavola rotonda anche se non ci sono stati marcate prese di posizione. È disponibile a organizzare ogni anno una tavola rotonda di questo tipo, in cui fare il punto sulla messa in pratica delle leggi provinciali e comunali legate al software libero.

Si discute poi a piccoli gruppi su punti specifici da migliorare. Anne raccoglie le proposte e preparerà a breve una pagina del sito in cui tenere tutte le indicazioni utili per il LinuxDay 2013.

La riunione termina verso le 10.40.

WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux