Menu Chiudi

Riunione del 16-06-2011

Assemblea straordinaria 2011 soci LinuxTrent

 

Ordine del giorno

  1. LinuxDay 2011, idee e pianificazione;
  2. Considerazioni sulle attività in svolgimento;
  3. Proposte corsi fine anno;
  4. Varie ed eventuali.

 

Presenti

Assemblea straordinaria 2011 soci LinuxTrent

 

Ordine del giorno

  1. LinuxDay 2011, idee e pianificazione;
  2. Considerazioni sulle attività in svolgimento;
  3. Proposte corsi fine anno;
  4. Varie ed eventuali.

 

Presenti

  • Tiziano Sartori
  • Michele Bert
  • Guido Tassera
  • Marco Ciampa
  • Adriano Ciaghi
  • Marco Agostini
  • Nicola Feltrin
  • Enrico Sester
  • Daniele V.
  • Marco Moser
  • Marco Monaco
  • Matteo Ianeselli
  • Vincenzo d’Andrea
  • Mattia Larentis
  • Andrea Panizza

 

Discussione

  1. Marco Moser propone di valutare la possibilità di unire LinuxDay e Fa la cosa giusta 2011, la maggioranza dei presenti ritiene di mantenere le cose distinte in quanto il target è differente. Si concorda che la struttura del LinuxDay 2011 prevederà 3 parti: una per principianti con demo d’uso del sistema Linux, una per esperti con 4 talk tecniche ed in coda ai lavori una tavola rotonda sui temi etici legati alla scelta del SL.
    Del primo punto si occuperà Adriano Ciaghi che coordinerà le sessioni di installazione e con Marco Ciampa verificherà che ci siano le attrezzature tecniche necessarie.
    Per le talk tecniche Marco Agostini si incarica di organizzare un sondaggio in lista per capire quali sono i temi caldi e richiesti e successivamente pianificherà gli interventi nelle fasce orarie 10.00-11.00, 11.00-12.00, 14.30-15.30 e 15.30-16.30; entro fine giugno la lista degli interventi dovrà essere decisa e verrà approvata in ML soci i primi giorni di luglio.
    L’organizzazione della tavola rotonda è in carico a Marco Ciampa e Guido Tassera (fred) i quali dovranno, entro fine giugno, definire 3 ipotesi possibili indicando tema, partecipanti da invitare ed eventuali moderatori; delle 3 proposte in ML soci ne verrà approvata una.
    Nel caso in cui per la tavola rotonda sia prevista la partecipazione di qualche personalità di spicco del panorama politico provinciale il LinuxTrent chiederà un contributo specifico per l’organizzazione dell’evento, altrimenti si procederà come di consueto con la richiesta da parte del Presidente del sostegno per il catering che verrà comunque affidato alla cooperativa La Cometa.
    Marco Ciampa verificherà informalmente la disponibilità del Dirigente del Galilei di ospitarci per un altro anno e di darci in uso le sale, i tavoli e dei computer per le demo. Il Presidente formalizzerà poi la richiesta all’Istituto.
    A metà luglio l’organizzazione della giornata dovrà essere chiara; il Presidente si incaricherà poi di revisionare con i grafici il manifesto, farlo approvare ai soci in mailing list e mandarlo in stampa. Ad agosto, con un po’ di volontari, ci si troverà e verranno fatti i “pacchetti stampa” da inviare a biblioteche e scuole.
    Dalla discussione emergono due proposte, contattare direttamente dei docenti per invitare delle classi e fare un nuovo numero della LinuxTrent Gazette. Se entro fine giugno qualche socio proporrà al Presidente una proposta fattiva e concreta si valuterà come procere.
    Il presidente lancerà in lista un “contest” per decidere uno slogan efficace, breve (massimo 6-7 parole) da mettere sui manifesti e che attragga chi lo vede. Sarà gradita anche la proposta di un logo annesso allo slogan. Entro fine giugno verrà deciso dai soci in ML lo slogan migliore. Il presidente fa notare che la frase deve essere ad effetto ed è l’ancora principale per attirare l’attenzione sul manifesto, per questo motivo è necessario pensare ad un testo “grintoso e che cattura”.
    Si decide di organizzare un area dedicata agli “smanettoni” con tanto di cartello così da concentrare tutti in un solo luogo e mantenere più organizzata la sala.
    Mattia Larentis ed Andrea Panizza propongono di fare delle interviste ai partecipanti presenti nella sala principale con il software del progetto WilmaStat così da raccogliere da tutti i presenti il grado di soddisfazione e contare gli ingressi. Il Presidente fornirà a Marco Monaco una bozza del vecchio questionario per facilitare il lavoro. Il Presidente farà stampare degli adesivi “simpatici” da attaccare sui visitatori intervistati per evitare di re-intervistare qualcuno; diventerà anche un segno di riconoscimento carino.
    Il Presidente si premuerà quindi di acquistare: 300 adesivi o più che identifichino gli intervistati, 1 cartello ANGOLO LIBERO o simile, 3 rotoli di scotch trasparente grosso, 3 rotoli di nastro da pacchi grosso, 2 rotoli di carta da carrozziere, 10 penne biro, 200 cd dell’ultima release di Ubuntu disponibile, 10 manifesti con testo per corredare le mura delle sale stampati su A0, 50 manifesti del LinuxDay stampati su A0 per corredare le sale, un numero congruo di manifesti e volantini per scuole e biblioteche.
  2. Marco Agostini sottolinea che il corso SysAdmin è stato proficuo e partecipato; il Presidente comunica ai soci che tale corso ha portato una discreta entrata di cassa che aiuterà ad organizzare al meglio il LinuxDay.
  3. Il lista sono già state proposte 2 serate, una sui File system distribuitied una sull’uso di Python per calcoli scientifici; queste verranno a breve pianificate dai docenti. Si evidenzia la necessità di fare un Corso base a Trento ed uno a Rovereto; per Trento Tiziano Sartori e Matteo Ianeselli si propongono come docenti per qualche lezione, sarebbe opportuno trovare un altro docente; per Rovereto Guido Tassera (fred) ed Adriano Ciaghi proveranno sondare la disponibilità di qualche aiutante.
    Daniele Pizzolli aveva già proposto in lista di fare un Corso Shell.
  4. Il Presidente valuterà con calma la possibilità di ristampare alcune magliette legate a Linux da vendere durante gli eventi; al momento sono presenti 35 magliette KDE (30 L, 5 XL) e 3 magliette Gnome (L).
WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux