Menu Chiudi

Riunione del 15-02-2010

Partecipanti

Partecipanti

  • Tiziano Sartori
  • Marco Agostini
  • Alessandro Lotto
  • Federico Dorigati
  • Gianni Caldonazzi
  • Enrico Sester
  • Marco Ciampa
  • Adriano Ciaghi
  • Roberto Resoli
  • Vesna Paravic
  • Claudio Giuliani
  • Micaela Depalo
  • Mauro Colorio
  • Guido ‘fred’ Tassera
  • Matteo Ruffoni
  • Stefano Bridi
  • Daniele Pizzolli
  • Emanuele ‘lele’ Gaifas
  • Giuliano ‘diaolin’ Natali
  • Marco Albarelli
  • Alberto Matassoni

Inizio riunione

ore 20.40

Ordine del giorno

  1. Modalità di organizzazione dei corsi
  2. Scelta uniforme del costo delle docenze
  3. Autonomia dei gruppi o dei singoli soci
  4. Breve aggiornamento su alcune delle iniziative in partenza
  5. Proposte utilizzo eventuali spazi concessi alle associazioni che si occupano di SL

Discussione

I punti all’ordine del giorno non vengono trattati necessariamente nel suddetto ordine

  1. Dopo una animata discussione si conviene che l’organizzazione dei corsi è fondamentale per la vita dell’associazione e, se si vuole proseguire organizzando anche alcune iniziative, è di fondamentale importanza che ci siano degli introiti dati dalle docenze.
    Di comune accordo si definisce tra i presenti una linea base da seguire ovvero: comunicare alla lista dei soci le attività che si vogliono svolgere per confrontarsi e trovare collaborazione; mantenere per quanto possibile il corso ad un costo “abbordabile” che permetta di aiutare le casse dell’associazione e di impegnare i partecipanti a non abbandonare dopo le prime lezioni; se impossibilitati nel mantenere il corso a pagamento, dopo aver verificato tutte le possibilità, ci si confronta con la lista soci per cercare la formula migliore di svolgimento di un corso gratuito.
  2. Si veda il punto 1.
  3. Alcuni soci valutano che per parte delle iniziative svolte c’è stata una mancanza di comunicazione tra parte dei soci ed il resto del gruppo. Questo ha portato a svolgere ottimi progetti ma poco documentati e supportati da tutto il gruppo e quindi condivisi.
    I presenti si impegnano a mantenere la lista soci come unico mezzo per organizzare iniziative cercando di renderle pubbliche e di promuoverle il più possibile. Per quanto riguarda le 2 liste pubbliche, linutrent e gnucchi, si cercherà di mantenerle dedicate alle discussioni sul Software Libero e non utilizzarle per organizzare iniziative.
    Durante la discussione si valuta anche l’andamento della lista pubblica del linuxtrent e degli gnucchi, cercando di capire se queste sono troppo tecniche e voluminose per nuovi iscritti. Dopo alcune riflessioni si conviene che è naturale un periodo di apprendimento da parte di chi vi accede per la prima volta; per quanto possibile si cercherà di aggiornare la pagina sul sito di presentazione della mailing-list in modo da invogliare la partecipazione spiegandone il funzionamento e il volume di traffico previsto.
  4. Il presidente espone le iniziative in partenza ovvero corsi su shell ed amministrazione ringraziando i docenti.
  5. A seguito di un animato scambio di battute si ritiene che l’ente pubblico abbia fatto ancora troppo poco per rispondere concretamente alle richieste della popolazione in materia di diffusione della cultura informatica. Si valuta comunque che non è la mancanza di spazi per le associazioni a determinare la difficoltà di diffusione del SL ma ci sono molti altri aspetti putroppo apparentemente ancora trascurati.
    Si procederà a valutazioni più concrete quando verranno presentati alcuni progetti dell’ente pubblico che sembrano “in partenza”.

Fine riunione

ore 23.00

WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux